Bioristrutturante del terreno e dei substrati di coltivazione - Humus di lombrico da letame bovino consentito in agricoltura biologica integrato con Biochar


 


Humus AnEnzy® Solid Biochar è un humus di lombrico consentito in agricoltura biologica. Ha la consistenza di un terriccio friabile ed è completamente naturale, biodegradabile, e non lascia residui. Apporta sostanza organica umificata utile sia sul breve che sul lungo termine. Favorisce una migliore germinazione, e promuove lo sviluppo di radici più forti, velocizzando l’assorbimento dei nutrienti. Migliora la produttività e le caratteristiche del raccolto, sia dal punto di vista estetico che organolettico.

Rispetto alla versione standard è integrato con Biochar di alta qualità. Questo, oltre ad aumentare le sue potenzialità, apporta ulteriore carbonio organico. Il processo produttivo, di 12-15 mesi, vanta la presenza di anellidi, e permette di ottenere un risultato altamente stabile e pronto all’uso.

Dove utilizzarlo:

  • Agricoltura di pieno campo
  • Colture arboree (frutteti e vigneti)
  • Colture protette
  • Ortoflorovivaismo
  • Giardinaggio professionale ed hobbistico
  • Tappeti erbosi
  • Coltivazioni fuori suolo
  • Idrosemina

 
 

Perchè sceglierlo?


  • Migliora la struttura e la qualità dei terreni;
  • Apporta sostanza organica umificata;
  • Ripristina la biodiversità microbica del suolo;
  • Migliora la quantità e la qualità del raccolto;
  • Aumenta il vigore delle piante e lo sviluppo radicale;
  • Rende le piante più resistenti agli stress ambientali;
  • Migliora l’efficienza delle irrigazioni;
  • Attenua lo stress post trapianto.

Qualche dettaglio:

L’intera gamma Humus AnEnzy® è registrata presso il REGISTRO DEI FERTILIZZANTI CONSENTITI IN AGRICOLTURA BIOLOGICA (D. lgs 75_2010). Non contiene fanghi di depurazione.
I bioristrutturanti Humus AnEnzy® sono prodotti in stabilimenti che hanno ricevuto il riconoscimento sanitario ai sensi dell’art. 24, paragrafo g) ex Reg. CE 1069/09 e Reg. CE142/11. Tali stabilimenti sono iscritti nel Sistema Integrato Scambi Importazioni e Strutture (S.Inte.S.I.S.) del Ministero della Salute.